Piccoli Miopi crescono… nell’era moderna.

SUPERARE I LIMITI DEI 10/10, PER UNA FUNZIONE VISIVA OTTIMALE

Piccoli Miopi crescono… nell’era moderna.

COS’È LA MIOPIA?

La miopia determina la percezione confusa degli oggetti lontani. Maggiore è l’entità del problema e più evidente è la necessità di avvicinarsi alle cose per vederle meno sfuocate. Se si pensa all’ uomo della preistoria, si noterà che esso non aveva problemi di miopia poichè , vivendo prevalentemente in spazi vasti e aperti, l’occhio era abituato a spaziare e guardare in lontananza. Con l’avvento del progresso e  l’introduzione delle abitazioni cittadine, l’uomo si è sempre più chiuso in luoghi piccoli e ristretti dando vita a quello che oggi conosciamo tutti come la Miopia.

Esistono diversi tipi di miopia: quella congenita, dove il difetto si manifesta alla nascita, e quella giovanile, più comune, che compare in età scolare dai 6 ai 16 anni e non supera le tre diottrie .

La miopia è una condizione in cui l’asse dell’occhio è troppo lungo e i raggi luminosi provenienti da un oggetto distante non si focalizzano correttamente sulla retina, ma davanti ad essa, causando l’errore di rifrazione.

Uno studio recente su oltre 4.000 bambini dell’Univerità di Sidney ha dimostrato che giocare all’aria aperta è importante per il benessere della vista. L’attività all’aria aperta porta quindi ad una diminuzione dell’incidenza di miopia giovanile.  Altro grande aiuto deriva dall’ alimentazione e dal bere tanta acqua.

COSA SI PUO’ FARE PER CONTRASTARE LA MIOPIA NEI BAMBINI?

Far sedere il bambino correttamente

– Lasciarlo giocare all’aria aperta

Ridurre al minimo l’esposizione alla TV o ai videogiochi e smartphone

Rispettare la distanza ottimale per leggere o scrivere da vicino (35-40 cm)

Garantire un regime alimentare sano ed equilibrato, fornendo all’occhio tutti i nutrienti di cui ha bisogno per funzionare bene, in particolare le vitamine e i sali minerali. Questi nutrienti si trovano nella frutta e nella verdura, soprattutto a foglia verde, nei cereali integrali, nei legumi e nei vegetali giallo-arancio. E’ consigliabile, quindi, far consumare abbondanti porzioni di questi alimenti.

Utilizzare  lenti Protettive Transition di  7a Generazione, capaci di adattarsi alle diverse condizioni di luce così da garantire al tuo bambino una protezione UVA, UVB e luce blu-viola a 360°.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *